Articoli

Strangolagalli: nuovo centro di accoglienza

Nel percorso che si è sviluppato in Diocesi negli ultimi anni e che ha portato all'apertura dei Centri di ascolto di Frosinone-Cavoni, Frosinone-Centro storico, Ferentino, Ceccano e Ceprano e dei Centri di accoglienza di Ferentino, Ceccano e Castelmassimo di Veroli, si compie ora una nuova tappa per andare incontro alle persone e alle famiglie che vivono momenti di grande difficoltà e che cercano nella comunità cristiana un segnale di aiuto concreto per riprendere con fiducia il cammino della loro vita.


Martedì 7 settembre 2010 verrà inaugurato dal Vescovo diocesano, S. E. Mons. Ambrogio Spreafico, il nuovo Centro diocesano di accoglienza di Strangolagalli, realizzato nel centro storico, in Via Principe Amedeo, utilizzando vecchi locali parrocchiali, un tempo sede di un asilo infantile e da molti anni in disuso.

Nel 2007 è partito il progetto di reperimento delle risorse necessarie e quindi sono stati effettuati i lavori ora completati. Hanno contribuito alla realizzazione del nuovo Centro il Ministero dell'Interno, con il Fondo UNRRA, la Fondazione Roma Terzo Settore, la Provincia di Frosinone e la Caritas Italiana, con i fondi otto per mille.

Il centro integrerà gli altri tre già esistenti e orientati al disagio adulto degli uomini e delle donne, italiani ed immigrati, sempre più emergente e e che non trova adeguate risposte nel territorio.

Il programma del 7 settembre prevede alle ore 18.15 l'arrivo del Vescovo a Strangolagalli, alle 18.30 una Concelebrazione eucaristica nella Chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo cui seguirà, sempre in chiesa, la presentazione del centro con alcuni interventi programmati. Quindi ci si recherà presso il Centro per la benedizione dei locali e un piccolo rinfresco in piazza organizzato dalla Parrocchia.


Oltre al Vescovo Spreafico interverrranno don Adriano Testani, vicario foraneo di Ceprano, don Mariano Parisella, delegato regionale Caritas del Lazio, Antonio De Vellis, sindaco di Strangolagalli, il prefetto Liana Campanile, direttore centrale presso il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno, l'on.le Aldo Forte, assessore regionale alle Politiche sociali, Maria Teresa Graziani, consigliere provinciale delegato all'immigrazione, e Massimo Calicchia, presidente del Distretto sociale B di Frosinone.

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn